Premiate le migliori osterie d'Italia con la Chiocciola di Slow Food



Presentata, all'interno del Salone del Gusto a Torino, la 21° edizione di ''Osterie d'Italia - Sussidiario del mangiarbere all'italiana'', la guida alle migliori osterie italiane (in vendita al prezzo di 20 euro), la guida curata di Paola Gho, che in oltre 900 pagine recensisce oltre 1700 osterie, tra le quali quelle che hanno meritato il premio della Chiocciola di Slow Food.

«A mio parere», ha detto la Gho, «le osterie dovrebbero seguire tre parametri: la natura (inteso come trasparenza della filiera e rispetto delle stagioni), la cultura (intesa come bagaglio di conoscenze, memorie, competenze), e infine saper dare un'emozione non solo attraverso cibo e vini, ma anche con la cura e l'attenzione all'avventore». SlowFood

Nella guida sono segnalate con la Chiocciola le migliori osterie (quest'anno 226), con la Bottiglia le cantine più fornite e con il Formaggio i locali che presentano la migliore selezione di caci. Il sussidiario del Mangiarbere all'italiana presenta poi utili segnalazioni sull'accessibilità dei locali e sulla presenza di menù adatti ai celiaci. Sul sito l'elenco delle osterie premiate (pdf) e nel seguito il numero di premi per ogni regione d'Italia.

Foto | Davide Locke.

1° Piemonte con 25 osterie
2° Lombardia 23
3° Veneto 20
4° Toscana 19
5° Campania 18
6° Lazio 16
7° Trentino - Alto Adige 15
8° Sicilia 14
8 Calabria 14
10° Emilia Romagna 13
11 Puglia 11
12° Basilicata 9
13° Friuli Venezia Giulia 9
14° Liguria 9
15° Marche 7
16° Abruzzo 6
16° Umbria 6
18° Sardegna 4
19° Molise 1
19° Valle d’Aosta 1

  • shares
  • Mail