Le Antille Olandesi non esistono più, Curaçao diventa indipendente

Panorama di Willemstad
Dallo scorso 10 ottobre le Antille Olandesi non esistono più, ma tranquilli, non perchè le isole di questo ex-stato siano sprofondate nel mar dei Caraibi, ma perchè Curaçao e Sint Maarten hanno ottenuto l'indipendenza dai Paesi Bassi, mentre le altre isole di Bonaire, Saba, e Sint Eustatius, hanno preferito diventare comunità speciali dei Paesi Bassi.

Dal nostro punto di vista, quello del turista, non dovrebbe cambiare molto; ViaggiareSicuri ci informa che è sempre necessario avere un passaporto valido e il biglietto di andata e ritorno, e la moneta è ancora il fiorino delle Antille, anche se poi si può liberamente pagare in dollari, e sono molti gli hotel che accettano di cambiare gli euro.

Si racconta che la ragione per cui gli edifici di Willemstad (la nuova capitale) sono colorati con differenti colori dipende dal fatto che un dottore della città si recò dal Governatore per lamentarsi dell fatto che il sole dei Caraibi nuocesse agli occhi degli abitanti perchè si rifletteva sul bianco delle case. La soluzione suggerita, ed adottata, fu quella di colorarle con colori diversi. Il dottore ci guadagno sia in termini di tempo, perchè aveva meno casi di malanni agli occhi, sia in termini economici, perchè era il proprietario di una fabbrica di vernici. TrentGrad su Travelblog

Foto | Rodry1.

  • shares
  • Mail