L'Italia in quattro parole: pizza, pasta, scooter e mafia

Italybyapple
L'Italia in quattro parole: pizza, pasta, scooter e mafia. Almeno stando a What country, una applicazione progettata per l'iPhone che, non potendo rivaleggiare con Wikipedia, ha deciso di presentare le nazioni da un altro punto di vista: quello dei luoghi comuni. Forse da altre parti ci avrebbero riso su; i francesi sono magialumache spocchiosi, i tedeschi dei kartoffeln troppo quadrati, gli inglesi dei noiosi bevitori di tè. Ma io temo che noi, anche volendo, non possiamo permetterci di essere spiritosi, non tanto per un innato sentimento nazionalista, quanto perchè molto del "plus" che il resto mondo paga per il made in Italy, lo dobbiamo all'immagine.

L'italian style è una questione di soldi, è un fattore di differenziazione, che spiega il valore aggiunto (e quindi il sovra-prezzo) che riusciamo a creare sulle automobili, sui vestiti, sugli oggetti di arredamento, sui cibi, sull'Italia come paese da visitare, da gustare, dove passare le vacanze. Insomma, l'immagine che diviene sostanza, che non può essere banalizzata o associata a fenomeni negativi, seppur reali, come la mafia. E secondo me, è anche per questo che in questo caso l'opposizione è d'accordo con la Brambilla (chissà qual'è la posizione della lega?) che ha chiesto alla Apple di rimuovere l'applicazione.

Lasciando le questioni legali, e l'indignazione , alle istituzioni, io però mi voglio divertire un po', stimolando la nostra autoironia, per raccogliere luoghi comuni sull'Italia, così da dare altro materiale a What country. "Le donne italiane sono bellissime; peccato che mangiano troppa pasta e a 30 anni sono tutte grasse", 20 anni fa in Germania (e suppongo volesse essere un complimento).

Foto Dave McLear | sushi♥ina | Robert Duncan1 | shanewarne_60000.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: