Attenti al raggio della morte quando fate il bagno al Vdara di Las Vegas

Vdara hotelBill, un avvocato di Boston, si stava rilassando seduto in poltrona, a bordo piscina del Vdara hotel a Las Vegas, quando improvvisamente ha sentito i suoi capelli prendere fuoco. Se li è strofinati, si è alzato per capire cosa stesse accadendo, quando gli è sembrato che anche le sue gambe prendessero fuoco. Il suo primo pensiero è stato che fossero gli effetti del buco all'ozono, ma poi, raccontando dell'accaduto agli inservienti del Vdara, ha saputo di non essere stato il primo ospite vittima del fenomeno, che questi, scherzosamente, avevano battezzato il raggio della morte.

Il fenomeno ha incuriosito anche un giornalista che, dopo diversi appostamenti, ha riscontrato come in una zona ben delimitata della piscina, in certe ore del giorno, si registri un considerevole aumento della temperatura, causa dei problemi lamentati dagli ospiti dell'hotel.

Con ogni probabilità, mancano le dichiarazioni ufficiali, l'effetto è dovuto alla forma concava dell'hotel, combinata con la superficie specchiante dei vetri, evidentemente non adeguatamente filtrata, come invece hanno pensato bene di fare quelli dell'MGM. Aspettando i tecnici che stanno studiando per trovare una soluzione, Scott di Abcnews, consiglia agli ospiti del Vrada di munirsi di bottiglie extra di crema protettiva.

Foto | --b--.

  • shares
  • Mail