Per il Fatto Quoditiano gli aeroporti di Genova e Palermo (e forse anche Reggio Calabria) non hanno dispositivi per rilevare il Wind Shear

Wind Shear
Secondo quanto riportato da un'inchiesta pubblicata su Il Fatto Quoditiano gli aeroporti di Genova e Palermo (e forse anche quello di Reggio Calabria) non hanno i dispositivi per rilevare il wind shear, il fenomeno atmosferico che, con ogni probabilità, sta alla base dell'incidente occorso all'areo della Wind Jet durante la fase di atterraggio all'aeroporto di Palermo.

Insomma un altro caso in cui esistono degli strumenti capaci di aiutare l'uomo a mitigare gli effetti di imponenti fenomeni naturali, in qualche modo obsoleti o standard (esistono dagli anni '80, e come riporta il pezzo del Fatto, ad Hong Kong ne hanno installati 5), che in Italia, per qualche motivo, non si riesce ad utilizzare. Non solo a Palermo però, ma anche a Genova....

Se per Genova si tratta di un problema di manutenzione (leggete il pezzo del Fatto) , per Palermo si tratta di un problema legato all'opposizione di alcuni sindaci ed organizzazioni, preoccupati degli effetti di questi macchinari sulla salute dell'uomo, come riporta Il Giornale di Sicilia.

Foto | Wikipedia.

Il dato che colpisce è che sono 5 anni che si cerca di stabilire se questi apparecchi sono pericolosi per la salute dell'uomo, tanti, troppi. Sicuramente è pericoloso atterrare e decollare da certi aeroporti, soggetti a forti eventi atmosferici così violenti; e sicuramente questi strumenti sono d'ausilio, tant'è che ora l'Enac ha deciso di "rompere gli indugi" ed installare gli apparati a Palermo (e in tutti gli altri aeroporti sprovvisti).

  • shares
  • Mail