Usa, Los Altos: la casa di Steve Jobs iscritta nel registro degli edifici storici

Nel registro storico cittadino l'abitazione in cui il co-fondatore di Apple crebbe e costruì i primi computer

Se siete Applemaniaci, o anche solo appassionati di tecnologia, e vi trovaste un giorno dalle parti di Los Altos in California, non dimenticate di andare a visitare la casa di Steve Jobs.

L'abitazione, in cui il co-fondatore di Apple crebbe e costruì i suoi primi computer è infatti entrata a far parte del patrimonio storico del municipio di Los Altos, come 'historic landmark'.

Riportano i media locali che la Los Altos Historical Commission,

"la commissione incaricata della conservazione del patrimonio della città ha votato all'unanimità l'inserimento della casa della famiglia Jobs nella lista dei luoghi storici"

La casa a un piano, oggi di proprietà della sorella Patricia, fu costruita nel 1951 e apparteneva ai genitori adottivi di Jobs. Il garage in cui lavorava Jobs è rimasto identico agli anni '70, tranne per la porta che è stata cambiata da allora.

Jobs si trasferì in quella casa (al 2066 di Crist Drive) nel 1968 e lì realizzò insieme a Steve Wozniak, socio fondatore di Apple, il primo computer Apple 1, venduto per 500 dollari all'azienda 'Byte Shop' di Mountain View. In quella stessa casa, Mr Apple ebbe anche i suoi primi incontri con potenziali investitori.

All'inizio del 1977 la Apple si trasferì nella città di Cupertino, nella Silicon Valley, dove si trova ancora oggi (se vi interessa l'indirizzo per passarci davanti durante un viaggio futuro, si trova al numero 1 di Infinite Loop, la via che circonda i sei edifici che compongono il quartier generale della società, all'angolo tra De Anza Boulevard e Interstate 280).

Tra l'altro a Cupertino, che si trova nella Contea di Santa Clara sempre in California, Jobs si diplomò nel 1972, presso l'Homestead High School.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail