Expo 2015: nasce il registro digitale del turismo e delle strutture ricettive

Il Governo ha annunciato che Expo e Agenda Digitale sono "due grandi opportunità" di rilancio e crescita del settore

In vista dell'appuntamento Expo 2015 nascerà il registro digitale dell'offerta turistica. Lo ha annunciato il Governo con una nota. Sarà Enit (Agenzia nazionale per il turismo) a svilupparlo, e sempre Enit ha concordato con Expo di aderire allo standard dei servizi digitali dell'evento che si svolgerà a Milano.


"È un esempio della strategia del Governo per l'adozione di standard digitali nazionali che garantiscano accesso e interoperabilità, con benefici concreti per cittadini e imprese"

Palazzo Chigi ha aggiunto che Expo e Agenda Digitale sono "due grandi opportunità" di rilancio e crescita del settore, nonché una "opportunità strategica".

Il Sottosegretario Simonetta Giordani ha spiegato:

"La digitalizzazione dell'industria turistica è un aspetto primario di competitività in un mercato globale che attraverso la rete raggiunge un pubblico vastissimo. Quest'anno il numero di viaggiatori nel mondo ha superato il miliardo di persone, l'Italia è vista come la prima tra le destinazioni più desiderate e per questo dobbiamo saper cogliere al meglio l'occasione dell'Expo per colmare il digital divide e adeguare la filiera all'innovazione tecnologica"

Francesco Caio, Commissario del Governo per l'attuazione dell'Agenda Digitale, ha precisato:

"Nel processo di digitalizzazione del Paese uno dei principali compiti del Governo è quello della promozione e del presidio degli standard dei dati per assicurare il dialogo e il collegamento tra tutti i sistemi"

Questa infine l'opinione di Giuseppe Sala, Commissario unico per Expo Milano 2015:


"L'istituzione di un registro digitale del turismo è un'iniziativa di grande valore e fondamentale per la buona riuscita di Expo Milano 2015. Aprire il settore turistico al mondo digitale offre un valore aggiunto all'Esposizione Universale, perché consente di sistematizzare l'offerta che il nostro Paese mette a disposizione di milioni di visitatori provenienti da ogni parte del mondo. L'anagrafe digitale turistica presentata oggi non è soltanto un'ottima idea per promuovere i luoghi d'arte e cultura italiani all'estero, ma risponde perfettamente al piano delle attività che stiamo sviluppando nel contesto di un ecosistema digitale integrato, penso al progetto E015, grazie al quale l'intera città di Milano si farà trovare pronta all'importante appuntamento del 2015"

Il registro sarà uno strumento che offrirà a tutti gli operatori turistici la possibilità di pubblicare una descrizione dell'offerta (con i riferimenti ai siti) e un catalogo virtuale realizzato secondo gli standard digitali internazionali. Sarà visibile su supporti diversi - tablet, smartphone - consultabili dai turisti anche prima della visita all'Esposizione.

Via | Ansa

  • shares
  • Mail