Innaugurata Khan Shatyr, 100 metri di tenda ad Astana in Kazakhstan


Astana, la capitale del Kazakhstan, che in kazako significa capitale, è una delle città più nuove e in più rapida espansione del mondo, grazie ai proventi del petrolio, che sostengono questo stato euro-asiatico, nato dalle ceneri dell'URSS e governato da un presidente a vita, Nazarbayev, che come tanti altri "sovrani" ha deciso di fare le cose in grande, iniziando dal Palazzo presidenziale.

L'altro ieri, all'interno di festeggiamenti degni di un emiro arabo, è stata inaugurata Khan Shatyr, una enorme tenda alta 100 metri (150 se si considera il palo che la sostiene) , dotata di tetto di plastica, che fa passare la luce, ma impermeabile a tutti gli agenti atmosferici, che da quelle parti producono un clima estremo (estati torride si alternano ed inverni gelidi).

La tenda, al centro di un parco dove sono in costruzione altre "mirabilie" (una piramide, un grattacielo, un hotel stile Las Vegas), contiene (o protegge) un centro commerciale e un parco dei divertimenti, dove troverà spazio anche una piccola stazione balneare indoor, con tanto di piscina, spiaggia, cascate, giardino botanico e cascate artificiali. Da provare in inverno quando fuori il vento siberiano spazza la steppa, con temperature intorno ai meno 30 gradi.

  • shares
  • Mail