Prossima fermata Essaouira in Marocco

Essaouira
Cos'hanno avuto in comune Jimi Hendrix, Frank Zappa, Bob Marley e Sting? Dove si formò in Marocco un'attiva comunità ebraica per un certo periodo più numerosa di quella berbera e musulmana ? Fin dove si spinsero i Cartaginesi a fondare i loro porti commerciali? Chi sono gli Gnawa e che sonorità ha la musica Gnaoua? Per scoprirlo destinazione Essaouira.

Essaouira, ribattezzata Mogador durante il periodo della dominazione portoghese, è stata inserita nel patrimonio dell'Unesco perchè rappresenta un eccezionale esempio di architettura militare europea del XVIII secolo, calata nel contesto nord africano. Per rendersene conto, basta girare per i vicoli, le vie e le piazze della città, che per semplicità può essere suddivisa in tre parti: Medina, Mellah e Kasba; tutte e tre circondate e protette da alte mura all'interno delle quali si trova un variopinto ed immenso Souk.

Essaouira, nata sul commercio marittimo, ha cambiato la sua vocazione e negli ultimi tempi si è convertita sempre più al turismo. Scoperta dagli hippy all'inizio degli anni '70, la città del vento, è stata per diverso tempo monopolio degli sportivi sempre alla ricerca di "spot ventosi" (dove tira il ventone insomma), ora rientra nel piano strategico di sviluppo turistico del Marocco, noto come Plan Azur, che ha individuato la città come uno dei 6 centri turistici da sviluppare entro il 2010. Dunque, prossima fermata Essaouira in Marocco.

Foto | gatos.rojos.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: