Parigi: cinque musei da non perdere assolutamente


Il Louvre e il Musee d'Orsay sono già in cima alla lista delle cose da vedere la prossima volta che ci troveremo a percorre le stupende strade di Parigi. Ma ci sono altri luoghi, altri musei ed esposizioni, che non possono essere tralasciate, in quanto minori solo nella celebrità tra i turisti e non nell'importanza. Il Musée Carnavalet, ad esempio, è una versione in 3 dimensioni della storia di Parigi: è come passeggiare all'interno di un libro che ricostruisce le gloriose vicende della città, dalla preistoria, a Lutece, alla Belle Epoque fino ad oggi.

Il Musée Jacquemart-André è nato grazie alla passione per l'arte del banchiere André e della moglie e raccoglie una grande collezione di quadri, statue, arazzi e mobili. I nomi che troverete sulle targhette sono di tutto rispetto: Botticelli, Chardin, Fragonard, Mantegna, Rembrandt e Van Dyck. Al Musée Bourdelle, nel quartiere Montparnasse , potrete ammirare enormi statue eseguite dall'allievo di Rodin e sistemate all'interno di un piacevolissimo giardino.

Il Musée Zadkine, strategicamente collocato vicino ai Giardini del Lussemburgo, raccoglie in un piccolo giardino segreto le opere astratte dell'artista russo, oltre a foto e scritti che ne documentano l'attività. Anche gli edifici progettati da Le Corbusier possono meritare una sosta, la Maison La Roche, la Maison Jeanneret e Immeuble Molitor interesseranno senz'altro gli appassionati di architettura e gli estimatori di Le Corbusier.

Via | Frommers.com
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail