Cosa fare a Parigi, una passeggiata nel museo delle Fogne

Le Musée des Égouts de Paris, il museo delle fogne di Parigi, aperto alla fine del XIX secolo, attrae ogni anno 70.000 visitatori, nei luoghi descritti da Victor Hugo ed Umberto Eco.

Museo delle Fogne di Parigi

Il museo delle fogne di Parigi, forse davvero uno dei musei più strani del Mondo (ma secondo me l'Icelandic Phallogicall Museum lo batte), ha un intento indiscutibilmente scientifico; illustrare il funzionamento di uno dei più vasti ed efficienti sistemi fognari del mondo.

Scientifico, ed anche storico, perché senza lo sviluppo di un adeguato sistema fognario, Londra sarebbe ancora preda della peste nera, e Roma, senza la sua Cloaca Maxima, molto probabilmente sarebbe rimasta allo stato di piccolo villaggio di pastori attaccabrighe.

Anche se poi, ne sono certa, è più la curiosità di vedere i luoghi descritti da Victor Hugo nei suoi Miserabili (o da Eco nel suo pendolo di Foucault) a spingere la gran parte dei visitatori giù nelle fogne, ed affrontarne l'odore (anche questo è vero).

Degli oltre 2.000 chilometri di fogne, se ne possono visitare circa 500 metri, che si percorrono in un'oretta, leggendo gli interessanti pannelli informativi, in inglese o in francese; in dieci minuti, se non si conoscono le lingue, o non si resiste all'odore.

L'entrata al Museo, si trova vicino al Pont de l'Alma, vicino anche al sottopasso dove il 31 agosto 1997 Diana morì in un incidente stradale. Un itinerario diverso, da proporre ai bambini quando diventano irrequieti, quando si sono visti tutti i musei di Parigi, o quando fuori piove e fa freddo. Aperto dalle 11 alle 17 (fino alle 16 d'inverno).

Vedi anche le fotografie della Torre Eiffel a Parigi, foto nelle diverse stagioni dell'anno, la Patisserie de Reves, una pasticceria da sogno a Parigi, la Galerie Vivienne, l'alternativa al museo per gli amanti dello shopping.
Foto | Wikimedia Commons.

  • shares
  • Mail