Il ritorno della Principessa sul pisello

In America, dove sono un pò piu’ moderni di noi, l’accesso wireless dalla stanza non è piu’ il metro di giudizio per valutare un albergo. Cloud Travel, lettore del San Jose Mercury News, racconta della guerra dei materassi: dopo che Starwood Hotels ha introdotto Heavenly Bed, puntandoci qualcosa anche nella campagna pubblicitaria, tutte le grandi catene alberghiere stanno passando con gran baccano a letti ultracomodi, progettati su misura e protetti da trademark.






Radisson, già notato a Roma, è passata a Sleep Number. Hyatt ha scelto un nuovo “pillow top mattress”. Marriott dal canto suo ha un budget di 190 milioni di dollari da spendere per aggiornare il parco letti. Hilton, piu’ parco, si è limitato a realizzare la sveglia piu’ semplice da usare al mondo. Il Crowne Plaza sta assumendo dottori specialisti nei disturbi del sonno, che regalano agli ospiti un necessaire pensato per la notte.


Campione nell’arena rimane Heavenly Bed, con le sue 900 molle che bilanciano alla perfezione morbido e duro. Oggi si vende come prodotto a sè sul sito della catena: non è stato il primo ma è ancora il piu’ famoso. Una scheda comparativa della nouvelle vague del materasso la vedete su USA Today.

  • shares
  • Mail