Islanda, più attiva che mai

islandagayser

Di necessità, virtù. Hanno interpretato alla lettera questo antico detto gli islandesi che non hanno perso tempo e hanno pensato bene di sfruttare l'attenzione mondiale destata dalla nube per portare flusso turistico nel paese.

L'ente del turismo, Visit Iceland, ha presentato questa mattina a Milano, la nuova campagna promozionale creata appositamente, 'Inspired by Iceland'. Una serie di attività, volte in primis a 'ripulire' l'immagine del Paese e dunque ad attrarre nuovi turisti proprio grazie al vulcano dal nome impronunciabile. Come? Col 'geo-turismo', attraverso tour guidati creati proprio per seguire le attività vulcaniche. Chiamati a raccolta anche i migliori designer europei che realizzeranno una serie di prodotti ispirati al vulcano.

Per anni l'Islanda è stata percepita come una meta bella e irraggiungibile, soprattutto per via dei costi, davvero elevati per le tasche di un viaggiatore medio. Ma, la crisi finanziaria interna al Paese prima e i recenti disagi legati alla nube poi, hanno fatto registrare una contrazione dei costi notevoli, rendendo l'Islanda piuttosto abbordabile.

Infine, rassicurano dall'ente, che la maggior parte dell'isola non è stata toccata dall'eruzione, la cenere è caduta in un'area di circa 300kmq, poca roba rispetto ai 103mila kmq di superficie dell'isola, i 4 aeroporti internazionali sono funzionanti, l'aria è pulita e le attività turistiche sono regolarmente attive. La Iceland Express aggiungerà un collegamento da Bologna questa estate mentre, la Icelandair incrementerà i voli settimanali da Milano, che diventeranno tre, sempre dall'estate. Per chi volesse visitare l'Islanda forse è davvero il momento giusto.

Foto: Flickr

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: