La nube di cenere comincia a far perdere la pazienza alle compagnie

Il vulcano islandese

Sembra proprio che il vulcano dal nome impronunciabile, Eyjafjallajokull, abbia fatto perdere la pazienza alle compagnie aeree: nell'arco di pochi giorni ecco che vengono cambiate procedure, standard di sicurezza e compaiono le prime dichiarazioni in merito a "allarmismi esagerati".

Da dove iniziare? L'amministratore delegato di British Airways ha bollato come "esagerate" le misure di sicurezza attuate oggi e ieri in Gran Bretagna, la CAA (Civil Aviation Authority) inglese sta valutando di aumentare la quantità di cenere (misurata in microgrammi al metro cubo) necessaria a far scattare lo stop dei voli - e non di poco, da 200 a 2000 - , la International Air Transport Association più pacatamente richiede all'Unione Europea "maggior precisione nell'identificazione degli spazi aerei contaminati".

Insomma il vulcano colpisce duro ed al portafoglio: ovviamente si spera che tutti mettano in primo piano la sicurezza dei passeggeri e non la solidità economica di compagnie aeree ed aeroporti...

Foto | plasmastik

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: