Sotto il castello di Budapest un ospedale militare sotterraneo trasformato in museo


Proprio sotto il Castello di Buda, nella capitale ungherese, vennero costruiti un rifugio sotterraneo per salvarsi dai bombardamenti (rimasto attivo fino al 2000 con funzioni di rifugio antiatomico) e un ospedale per curare i feriti dei conflitti. Durante la II Guerra mondiale a causa dei pesanti combattimenti tra russi e tedeschi che interessarono Budapest, l'ospedale arrivò a contenere ben 1000 feriti, sebbene la sua capienza fosse molto minore.

Ora che le guerre in Europa sembrano un ricordo lontano, la struttura sotterranea (utilizzata nel 1944/45 e durante la rivolta del 1956) non ha più funzioni militari e quindi è stata riconvertita in un museo, dove sono esposte le apparecchiature mediche dell'epoca e una ambulanza, mentre alcune statue di cera danno l'idea del lavoro che veniva svolto e delle difficoltà incontrate dai medici ad operare in quelle condizioni.

Il museo si chiama Hospital in the rock e la visita completa che comprende sia l'ospedale che il bunker dura circa 60 minuti e costa 11 euro.

Foto | tommy.lan

  • shares
  • Mail