Scoprire l'Europa (in treno)

Zone Inter-Rail

Stanno prendendo sempre più piede anche in Italia forme di viaggio alternative a quelle offerte dai villaggi vacanza: si sente parlare d'offerte per circuiti autogestiti, viaggiatori individuali e molto altro.
Presumibilmente, però, l'inter-rail rimane il modo di viaggiare più curioso ed affascinante: acquistando un pass si ha la possibilità, infatti, di circolare illimitatamente in 31 paesi sfruttando le linee ferroviarie. Forti sconti sono previsti per i giovani (destinatari ideali dell'offerta) i quali per un pass globale spendono 385 euro; la stessa tipologia di pass costa 546 euro per coloro i quali hanno superato i 26 anni, mentre il prezzo scende a 273 euro per la fascia di età che va dai 4 ai 12 anni.

La logica è semplicissima: l'Europa viene divisa in 8 zone, identificate con le lettere dell'alfabeto (A-H, vedi mappa sopra) ed il pass globale garantisce la circolazione per un tempo non superiore ad un mese nei 31 paesi aderenti all'offerta (dal primo aprile di quest'anno anche la Bosnia-Herzegovina ha aderito all'offerta, entrando nella zona D); previste anche altre tipologie di viaggio che limitano la validità temporale del biglietto e le zone di circolazione (biglietto da 16 giorni per una zona o biglietto da 22 giorni per due zone).
L'acquisto del pass inter-rail richiede esclusivamente un documento di identità valido per l'espatrio (si pensi al passaporto o alla carta d'identità) che dovrà essere esibito assieme al biglietto: quanto necessario può essere acquistato direttamente on-line dal sito Trenitalia.
La previsione di sconti per musei, traghetti e quant'altro è la ciliegina sulla torta per un'esperienza unica o quantomeno più originale rispetto a quella svenduta dei villaggi vacanza. Augurandosi - va detto - che l'italico servizio ferroviario sia l'eccezione europea.

Ecco qualche valido sito (a riprova del successo dell'inter-rail) per farsi un'idea più puntuale:

  • shares
  • Mail