Mosca con Terzani: su e giù sulla metropolitana... quasi un museo!


Quando è stato coniato il termine ‘underground’ riferito all’arte, non credo proprio si pensasse letteralmente, alla metropolitana, ma quella di Mosca è certamente la più bella del mondo, oltre a essere una delle più grandi. Inoltre è il modo migliore per girare la città e non lo dico solo io che, come sapete, amo i mezzi di trasporto ‘altenativi’, ma i fatti: i treni si rincorrono uno ogni 90 secondi alla velocità media di oltre 40 km all’ora.

Oltre 11 linee circolari e radiali, centinaia di stazioni una diversa dall’altra che ripercorrono la storia e le mode in fatto di arte di questo grande Paese, tanto che da quella di Sportivnaja è accessibile il Museo della storia della metropolitana, che offre un’esaustiva panoramica sulla ferrovia sotterranea.

Il primo tratto fu solennemente inaugurato nel 1935 e collega ancora oggi Sokol’niki con Komsomol’skaja, che fu presentata all’Esposizione universale di Bruxelles nel 52, in piena epoca staliniana. Questa stazione è un ottimo esempio del gigantismo russo, con mosaici che raffigurano vecchi condottieri e decorazioni per capitelli e soffitti che uniscono le falci e martello alle spighe di grano, simbolo del lavoro del popolo.

Foto | Roberta Barbi

Mosca curiosa
Mosaici originali a Belorusskaja 5
Fiori e mitragliatrici a Izmailovsky Park 6
Falci e martello con spighe di grano alla stazione di Komsomol’skaja 1

Non perdetevi, a proposito di esposizioni, la stazione di Majakovskaja, vincitrice di quella di New York nel 1939. Qui c’è un salone centrale di acciaio inossidabile e marmo e molte statue, tipici esempi del realismo socialista, tra cui alcune raffiguranti atleti russi che si librano nel cielo e precorrono, così, la smania della conquista dello spazio da parte dell’Urss.

A proposito di statue, gli abitanti di Mosca usano toccarne alcune di quelle accanto alle quali passano ogni giorno in metropolitana per andare al lavoro: è una sorta di superstizione o rito scaramantico che fa sì che molte siano consumate in alcuni punti, come musi di cani e canne di fucili. Alcuni esempi i trovate a Ploschad Revolyutsii in cui si celebrano la Rivoluzione d’ottobre e la vita quotidiana della gente comune.

Vetrate dai colori vivaci che celebrano il popolo felice si possono ammirare a Novoslobodskaja, mosaici su pareti e soffitti a Belorusskaja, mentre a Izmailovsky Park ci sono bassorilievi floreali decorati con mitragliatrici Ak-47. Avtozadovskaja, poi, è illuminata da singolari lampade a goccia fissate direttamente al soffitto.

Infine, tra le stazioni a tema, segnaliamo Kurskaja, interamente dedicata alla campagna, e Lubjanka, famosissima anche per la sua ubicazione davanti al palazzo del Kgb e recentemente oggetto di un attentato terroristico.

L'avveniristica Majakovskaja 2
Scene di guerra in metropolitana ... 7
... e comizi sotterranei 8
Colori sgargianti a Novoslobodskaja 4
Riti scaramantici con le statue a Ploschad Revolyutsii 3

  • shares
  • Mail