Cosa ci fa una casa coloniale nel centro di Manhattan?

Manhattan come non te la aspetti; mattoni rossi ed assi di legno verniciate di bianco. Quello che resta dell'epica dei primi coloni americani.

Rose Hill Historic House in Midtown Manhattan

Se non altissimi grattacieli, almeno moderni ed avveniristici musei, bianchi e classicheggianti edifici pubblici di marmo, palazzi colorati da migliaia di luci al led, che non smettono mai di lampeggiare messaggi pubblicitari. Questa è Manhattan. O almeno crediamo che lo sia.

E allora, cosa ci fa questa casa al 203 E 29th St, nella zona di Rose Hill a Manhattan, ad un tiro di schioppo da Madison Square?

Semplice. Continua a fare quello che ha sempre fatto dal 1790; la casa. Anche se allora i dintorni erano diversi, e questa era una delle poche case coloniche, che spuntavano qua e là, coltivando i campi di grano dell'isola.

La casa, una delle poche case con struttura in legno che continuano a resistere a Manhattan, anche se ancora appartiene a dei privati, che si "ostinano" ad abitarla così com'è (e per questo non è visitabile), è stata inserita nel registro delle costruzioni storiche di New York.
Foto Jeffrey.

  • shares
  • Mail