Château La Canorgue: la splendida tenuta di Un'ottima annata

Film non memorabile ma con una location fantastica e con Russel Crowe, Un'ottima annata ha portato turisti a curiosi a scoprire lo Château La Canorgue, una fantastica tenuta nel sud della Francia.

Tutto parte 8 vendemmie fa, quando Ridley Scott decide di di girare il film Un'ottima annata e di far muovere i protagonisti, Russel Crowe e Marion Cotillard, intorno ad una tenuta vinicola meravigliosa del sud della Francia, a Bonnieux, tra Avignone e Aix, nella zona del Luberon, in Provenza. Il film non resterà probabilmente negli annali del cinema, americano o francese, ma la location scelta ha conquistato più di uno spettatore: un antico casale francese circondato da alti platani, giardini e vigne, con una bella piscina scavata nella roccia.

E dopo tanti anni i turisti si ricordano ancora di quell'ottima annata, tanto che ancora oggi assediano la tenuta di Château La Canorgue per andare a vedere i luoghi del film.

La villa è di stile italiano, in omaggio all'origine. È stata costruita sopra i resti di una dimora romana (con viti) alimentata da un sistema di canali per la raccolta delle acque che ancora funziona e dà il nome all'azienda.I cipressi e la lavanda segnano il piccolo sentiero sterrato che porta allo Château con facciata in pietra, circondato da 45 ettari di vigneti, con un laghetto e siepi scolpite a sfera.

I proprietari, la famiglia Margan, vogliono che

il protagonista sia il vino, da assaggiare e acquistare. I vini con la denominazione Luberon sono il rosè, con uve Syrah e Grenache, fruttato e fresco; il rosso, con l'aggiunta di uve Carignan, equilibrato; il piacevole bianco con uve Clairette, Grenache, Marsanne e Roussanne. Interessante il Vins de pays bianco, Viognier in purezza.

Al film viene riconosciuto il merito di aver promosso turisticamente il Luberon, anche se quando i turisti scavalcano il cancello per fare foto alla tenuta rischiano grosso.

Se dunque vi trovate in Provenza e volete farvi un giro nello Château, premuratevi di entrare da degustatori di vino e, magari, suonate prima di irrompere nella tenuta.

Via | Corriere.it

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 81 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO