Salvo grazie ad un sms lungo oltre 17.000 chilometri

Mount Ruapehu
Un sms lungo oltre 17.000 chilometri ha permesso il recupero di un turista greco di 30 anni, Marios Symeonidis che, in vacanza in Nuova Zelanda, si era perso durante un'escursione lungo le pendici del monte Ruapehu. Ad essere pignoli l'essemmesse avrebbe percorso quasi 17.800 chilometri, visto che ai 17.450 chilometri tra Atene ed Auckland, occorre aggiungerne circa 350 da Auckland ed il Ruapehu, che si trova quasi al centro dell'isola del Nord (presupponendo poi che Marios risieda ad Atene e che gli essemmesse viaggino lungo via più breve).

Marios, con alcuni amici, stava facendo un'escursione sul monte Ruapehu, il più importante centro sciistico neozelandese, quando si è perso, non essendo poi per niente attrezzato per passare la notte all'addiaccio in montagna. A quel punto ha chiesto aiuto via sms alla sua famiglia in Grecia, informandola delle sue condizioni non critiche e che dal punto dove si trovava riusciva a vedere un veicolo della polizia, dal quale però era separato da un torrente di montagna.

I genitori hanno prontamente passato le informazioni al servizio di emergenza ellenico che ha fatto da tramite con le autorità neozelandesi che a loro volta hanno prontamente organizzato l'operazione di soccorso. Marios è stato ritrovato alle 10 del mattino del giorno dopo, stanco ma in buone condizioni, anche perchè le condizioni meteo erano insolitamente buone per la stagione. E se adesso Marios diventasse testimonial di uno spot a caso?

Foto | Antoine Hubert.

  • shares
  • Mail