Epifania, curiosità dall'Europa

magi statuine

Dopo aver parlato delle usanze italiche legate all'epifania, diamo un'occhiata alle tradizioni del resto di Europa. In Francia, i cugini d'oltralpe la buttano sul culinario. A partire dal 6 gennaio, per ogni domenica del mese si prepara la 'galette des rois', una torta a base di mandorle nella quale viene nascosta una 'fève' che in antichità era una vera e propria fava, diventata poi una figura in ceramica decorata. Chi la troverà nella sua fetta, sarà il 're della giornata'. Pare che sia talmente radicata questa tradizione al punto che i bimbi francesi conservano le fève trovate di anno in anno come porta fortuna.

In Spagna e nei paesi di lingua spagnola invece, sono i re magi a farla da padrone. I bambini spagnoli sono usi spedire letterine ai 'los tres reyes magos'. I doni arrivano proprio dai magi e usanza vuole che Gaspare porti i giocattoli, Melchiorre dei gingilli mentre a Baldassarre spetta il compito di distribuire il carbone ai bambini 'cattivi'. In tutta la Spagna poi, potrete trovare parate notturne a cavallo dove i re magi, accompagnati da un lungo corteo, gettano dolciumi ai bambini presenti.

In Germania, specie in Baviera, si potranno notare nella notte tra il 5 e il 6 gennaio, scritte fatte col gesso sulle porte delle abitazioni. I ragazzi girano segnando le case con la scritta 'kmb', acronimo dei nomi dei tre magi e il numero dell'anno in corso, per dare il benvenuto ai magi e ricevere prosperità per tutto l'anno.

Foto: Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail