Cosa fare ad Istanbul, una crociera sul Bosforo

Vecchio porto di IstanbulUna visita ad Istanbul senza una crociera sul Bosforo, il tratto di mare che unisce il Mar Nero al Mediterraneo, e allo stesso tempo, divide l'Asia dall'Europa, dove si affaccia il Corno d'Oro, dove è nata Costantinopoli, poi Istanbul, è un non-senso così evidente, da non meritare alcuna argomentazione.

Vedere dal mare il Topkapi, lo splendido palazzo del sultano, cercare i profili di Santa Sofia e della Moschea Blu, scrutare tra i tetti e i minareti della città, con i gabbiani che urlano tra il cielo e il mare, all'alba o al tramonto di un giorno qualsiasi della città, vale il prezzo del biglietto.

Ma visto che siamo in ristrettezze, e magari non ci possiamo permettere la corsa con una delle tante navi private che si condendo i turisti sui moli di Istanbul, forse farà piacere sapere che si può risparmiare, prendendo una delle tante corse della società pubblica di trasporti, quella dei traghetti ovviamente.

Istanbul Deniz Otobüsleri, IDO per gli amici (che comunque propone anche giri i turistici e non di linea), così si chiama la compagnia pubblica di trasporto su mare.

Tra le diverse corse offerte, di solito i turisti scelgono la rotta Eminönü - Kavaklar che parte alle 10:30 e torna alla base alle 15:00. Se si ha più tempo, si può decidere di saliere sulla rotta da Istinye a Çengelköy, quella che fa il giro completo sul Bosforo, che fa diverse fermate intermedie (Emirgan - Kanlıca - Anadolu Hisarı - Kandilli - Bebek - Arnavutköy ).

Trattandosi di corse pubbliche, e volendo prendere i posti migliori, il consiglio è quello di arrivare almeno 30-40 minuti prima della partenza. Altro consiglio, è quello di controllare sul sito della IDO eventuali variazioni, sempre possibili ad Istanbul, pochi giorni prima della data scelta per il giro sul Bosforo.
Nella mappa i post a tema Istanbul di Travelblog.


Visualizza Travelblog - Cosa vedere ad Istanbul in una mappa di dimensioni maggiori
Foto | Werner Kunz.
  • shares
  • +1
  • Mail