Il castello di Bratislava, da un'insolita angolazione

Difficile fare una buona fotografia del Louvre; soprattutto una che colpisca per l'originalità della ripresa. Nell'epoca della globalizzazione, del digitale, questo vale per tanti monumenti e luoghi d'interesse turistico.

A questo fenomeno non sfugge il Castello di Bratislava. Eppure in questa fotografia Miroslav riesce ad inquadrarlo da una prospettiva diversa, quasi cercasse di nasconderlo, relegandolo lontano, in secondo piano. Ma non ci riesce: troppo massiccio, dominante, centrale, troppo bianco.

Costruito nel IX secolo, raggiunse l'apice del suo splendore tra il XVI e il XVIII secolo, quando a Bratislava venivano incoronati i Re del Regno d'Ungheria. Danneggiato da un incendio nel 1811, fu restaurato solo negli anni '60, anche se l'"imbiancatura" è degli ultimi anni. Ancora oggi è in fase di restauro in alcune sue parti, ma è aperto alle visite.

Al Castello, ovviamente l'attrazione più popolare della città, si può accedere da tre diversi ingressi: la porta di Vienna, la più popolare, la porta di Sigmund e quella di Nicola. Ci si arriva facilmente con i tram della linee 203 e 207, scendendo alla fermata Hrad, a due minuti a piedi dal Castello.

Prezzi popolari: 4 euro l'intero, 2 euro i ridotti, per entrare nel Castello di Bratislava da dove si gode di una splendida vista della città, che si dice, nelle giornate migliori, possa arrivare fino a Vienna.

Foto Miroslav Petrasko.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO