Ryanair respinge le accuse, i nostri serbatoi non sono vuoti

Pieno di benzina
Tutto è iniziato con il francese Le Nouvel Observateur, che ha accusato il vettore low cost Ryanair, di avere il braccino corto quando si tratta di fare il pieno di carburante sui suoi aerei.

Pronta la risposta degli irlandesi, che ribattono la patata bollente, spedendola nel campo dei piloti: "La policy di Ryanair sul carburante permette ai piloti di fare quanto carburante desiderano e rispetta appieno la regolamentazione Irlandese e UE".

Che a legger tra le righe, non mette la parola fine alla polemica, perché in effetti, la dichiarazione di Ryan non dice che gli aerei fanno sempre il pieno prima di partire, ma che sono i piloti a decidere con quanto carburante volare.

E poi noi ci siamo noi italiani, che adoriamo le teorie del complotto e della cospirazione. Ci piace guardare dietro le quinte, od immaginare di poterlo fare, e allora iniziamo a fare delle ipotesi, tanto per parlare. E se....

E se... e se i piloti fossero premiati sulla base della loro bravura nel risparmiare i costi di viaggio? E se... e se a quelli che non badano al risparmio vengono affidate le tratte più faticose o avessero meno occasioni di carriera? E se...

Solo se, nessuna prova che tali comportamenti esistano. Per cui, aspettiamoci ancora qualche altra bordata contro Ryanair, comunque sempre sul pezzo, pronta a rintuzzare gli attacchi. Comunque ancora in pista, a far viaggiare milioni di persone in giro per l'Europa.

Via La Stampa e TGCom24.
Foto Alessio Trerotoli.

  • shares
  • Mail