Trekking in montagna: il Sentiero della Pace sulle orme della Grande Guerra

Cominciando dal Passo del Tonale, ecco il percorso storico e naturalistico più lungo di Italia; si snoda per tutto il vecchio fronte italo-austriaco e ci parla della vita sui monti ai tempi della Prima Guerra Mondiale.

Il Sentiero della Pace è un itinerario tra le montagne che si estende dallo Stelvio alla Marmolada ed è lungo 450 Km; in pratica si colloca su quello che era il fronte italo-austriaco durante la Prima Guerra Mondiale e il suo nome in tedesco è Friedensweg. Lo riconsoci per la colomba che accompagna il suo percorso, sul sito accademia di montagna dicono che un escursionista mediamente allenato può percorlerlo all'incirca in un mese, l'ideale insomma, se siete appassionati di trekking e testimonianze storiche, e state programmando il mese di agosto. Ma va bene anche fatto a piccole porzioni, magari con i bambini per mostrargli cosa era la guerra, per insegnare che certe cose non devono più tornare.

E' anche un modo per vedere gli scorci più belli tra le alte vie del Trentino Alto Adige, e in parte della Lombardia, e l'occasione per meditare su una delle guerre più terribili della storia, simbolo supremo di impoverimento fisico e culturale, che viene esorcizzato attraverso il progetto delle Dolomiti di Pace. In questa pagina c'è il calendario degli eventi (concerti, conferenze, feste folkloristiche) organizzati nella zona questa estate, mentre qui ci sono tutte le dritte per gli appassionati di marce sulle tracce della guerra, con visite ai forti e ai rifugi. Tra l'altro, in vista del centenario che cadrà l'anno prossimo, sono in via di sviluppo una serie di inziative che avranno durata pluriennale sul territorio trentino. Su Alpinia invece, la recensione alla guida sul Sentiero della Pace.

Foto | Montagnando

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 19 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail