Grecia: Ikaria, l'isola di Icaro e ... dei vampiri

Ikaria

Icaria, il cui nome deriva dal celebre mito di Icaro, eroe che sfugge in volo dalle prigioni di Minosse insieme al suo padre Dedalo indossando un paio di ali gigantesche, è forse una delle isole greche meno conosciute dai turisti italiani, che però non è sfuggita a Taddy e Gloria (se amate i viaggi e le isole greche, visitate il loro sito, ricco di informazioni e fotografie), due nostri connazionali con la vena dei globetrotter, che l'hanno visitata e la consigliano non solo agli amanti del mare, ma anche a quelli del trekking.

Qui, come ci racconta il Diario del Viajero, i locali hanno adottato curiose abitudini, che li accomunano ai vampiri; dormire durante il giorno e svegliarsi durante la notte. E' quello che capita nel piccolo villaggio di Christos Raches, dove i bar, le taverne, i negozi aprono nel pomeriggio inoltrato e solo allora solo allora gli abitanti cominciano a lasciare le loro case e ridare vita alle strade del paese. Si racconta che fino a qualche tempo fa, i panettieri, per poter riposare durante il giorno, lasciassero il pane a disposizione dei clienti che lasciavano il dovuto in un salvadanaio.

Icaria, o Ikaria, è un'isola isolata nell'Egeo centro-orientale, più vicina alla Turchia che alla Grecia, una striscia di terra lunga un'ottantina di chilometri, con dei rilievi anche importanti per essere un'isola dell'Egeo, che in pratica la dividono in due zone ben distinte. Sul sito Turismo in Grecia trovate una ricca e dettagliata descrizione in italiano, che vale la pena leggere, oltre che un ricco elenco di siti dedicati a quest'isola.

Foto | Giorgos Michalogiorgakis

  • shares
  • +1
  • Mail