Istituito il fondo di garanzia per il crack Todomondo, ed intanto la Polizia sequestra il sito

In relazione al crack del tour operator Todomondo, il ministro per il Turismo Michela Vittoria Brambilla, ha annunciato di aver attivato il fondo di garanzia per i clienti del tour operator in questione.

La nota del ministro comunica che ''nel manifestare la sua solidarietà ai turisti danneggiati dal tour operator on line Todomondo, ha risposto alle numerose richieste di intervento da parte delle vittime del raggiro dichiarando che verrà subito attivato il Fondo Nazionale di Garanzia, che ha proprio il compito di intervenire in caso di insolvenza o fallimento del venditore o dell'organizzatore di pacchetti turistici, provvedendo al rimborso delle somme versate per l'acquisto dei pacchetti di viaggio. Possono accedere al fondo solo i turisti che abbiano acquistato pacchetti turistici in Italia da agenzie regolarmente autorizzate dall'autorità competente''.

Il Fondo nazionale di garanzia interviene in caso di insolvenza o fallimento del venditore o dell’organizzatore di pacchetti turistici. Provvede al rimborso del prezzo versato, al rimpatrio del consumatore in caso di viaggi all’estero. La domanda, corredata della documentazione, deve essere presentata alla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per lo sviluppo e la competitività del turismo – Via della Ferratella in Laterano, 51 – 00184 ROMA. Sul sito del governo il modulo e le relative istruzioni.

Ultimo aggiornamento (ore 10): per trovare altre informazioni ho aperto la pagina ufficiale di Todomondo , ed ho trovato che il sito è stato oscurato dalla Polizia di Stato.

Foto | aussiegall.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: