L'Antitrust apre un'indagine sulle offerte di viaggio con formula roulette

roulette

E' di ieri l'annuncio che l'Antitrust ha avviato una indagine conoscitiva sulle offerte di viaggio con formula roulette, dopo che, circa 15 giorni fa, l'ADUC, l'Associazione per i Diritti degli Utenti e dei Consumatori, aveva avanzato ufficialmente all'Antitrust l'ipotesi che si trattasse di una pratica commerciale scorretta e comunque di pubblicità ingannevole.

I viaggi in formula roulette prevedono un elenco di località o di strutture in cui il cliente potrà alloggiare, assegnando quella specifica solo all'ultimo momento, in base alla disponibilità dei posti. I clienti pagano anticipatamente e la loro convenienza si trova, almeno nelle intenzioni, in sconti sui pacchetti viaggio offerti. Per fare degli esempi concreti, senza alcun riferimento alla vicenda in corso, vi segnalo il sito Vertours e il sito Clipperviaggi.

Il tutto è nato sulla base di una segnalazione di un cliente a cui, nel momento cui aveva acquistato un'auto, era stato offerto dal concessionario un buono vacanza con formula roulette in Puglia. La prima cosa che gli fu chiesta, nel momento in cui si era informato con l'agenzia delle modalità per aderire all'offerta, sono stati 490 euro per spese di gestione pratica.

Foto | conorwithonen.

  • shares
  • Mail