I rimborsi per i viaggi truffa senza più decadenza

Bancanote da 100

La legge di riforma del processo civile n. 69 del 2009, entrata in vigore a giugno, elimina il termine di decadenza, previsto dalla precedente normativa (3 mesi dalla conclusione del viaggio), per ottenere il rimborso di un viaggio mai goduto a causa di fallimento o di insolvenza dell'agenzia di viaggi o del Tour Operator. Non significa che riavremo i nostri soldi in breve tempo, ma quanto meno il nostro diritto non decadrà, e già questa è una buona notizia.

Federconsumatori ricorda a chi viaggiando è andato incontro a gravi inadempienze di

denunciare queste gravi inadempimenti di servizi di fare la contestazione direttamente sul posto e di raccogliere la documentazione che testimoni tale inadempimento, una volta ritornati, inoltre, andrà inviata una raccomandata con ricevuta di ritorno al Tour Operator inadempiente ed anche all’Agenzia Viaggi, per tutelare i propri diritti ed eventualmente rientrare nelle procedure per l’accesso al Fondo di garanzia nazionale.

Se poi il vostro caso è talmente ingarbugliato da richiedere un aiuto più specifico, un buon punto di partenza è Sportello S.O.S. Turista (il servizio è promosso dal Comune, dalla Provincia e dalla Camera di Commercio di Modena unitamente alle associazioni dei consumatori presenti sul territorio Federconsumatori, Adiconsum e Movimento Consumatori.) attivo anche (o soprattutto) nel periodo estivo, dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18, al numero 059.2033430 o sul sito web.

  • shares
  • Mail