Alto Adige: il Geoparc Gola del Rio delle Foglie-Bletterbach



Vi avevo già annunciato il suo inserimento tra i luoghi considerati nel Patrimonio mondiale tutelato dall'Unesco e ora ve lo presento: il "Grand Canyon dell’Alto Adige”, cioè la Gola del Rio delle Foglie-Bletterbach, è il burrone più grande dell’Alto Adige e si trova ai piedi del Corno Bianco. È una gola intagliata dal torrente omonimo, che nel corso dei millenni si è scavato una via lunga circa 8 chilometri e profonda fino a 400 metri, lungo la quale gli strati di roccia sono intatti e ben visibili e la loro formazione spiega il clima e le condizioni ambientali di circa 250 milioni di anni fa.

Un'escursione in questo "Canyon" è uno spettacolo indimenticabile: si parte dal centro visitatori GeoParc, situato sotto la malga Lahner ad Aldino, da dove inizia il sentiero che porta attraverso il bosco direttamente nella gola del Rio delle Foglie e, da qui, nel canyon del “Butterloch”. Si prosegue poi lungo il rio fino ad una cascata e, arrivati a questo punto, si può scegliere anche di continuare per il sentiero che porta alla “Gorz”, la grande conca al Corno Bianco fino a 1.650 metri s.l.m. Altrimenti si raggiunge direttamente la malga Lahner e da qui si ritorna al centro visitatori.

Lungo il sentiero troverete numerose tavole informative sui punti più interessanti dei diversi strati di roccia, nonchè informazioni sui molti reperti fossili di piante, legni e microrganismi, crostacei, cefalopodi e anche sulle numerose tracce di diversi tipi di sauri. Indossate scarpe da montagna e abbigliamento da trekking perchè vi aspetta un'escursione di media difficoltà della durata di circa 3 ore!

Foto: Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: