La Frauenkirche nel centro storico di Dresda

Chiesa di Dresda

La Frauenkirche di Dresda è da molti considerata il più bell'esempio di architettura barocca in Germania. Distrutta dai bombardamenti britannici del 1945 la chiesa, anzi per meglio dire i ruderi, per oltre 40 anni furono lasciati "intatti" dal governo dell'allora Germania dell'est, a ricordo di quei bombardamenti. Solo a riunificazione avvenuta iniziarono i lavori di ricostruzione che terminarono nel 2006, da quando la chiesa è stata di nuovo riaperta al pubblico. Se ci fate caso, alcune parti dell'edificio sono annerite; questo perchè, per la sua ricostruzione, per quanto possibile si è cercato di riutilizzare i materiali originari, anche quelli che hanno resisto all'incendio causato dai bombardamenti.

Per le visite occorre considerare che si tratta pur sempre di una chiesa, per cui se teoricamente è accessibile dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 12 e dalle 13 alle 18 (oltre che nei fine settimana), è possibile "imbattersi" in funzioni religiose, come battesimi e matrimoni, che ne limitano l'accessibilità. Nemo qualche tempo fa ci ha raccontato della ricostruzione della Firenze dell'Elba, che negli ultimi tempi sta riscoprendo sempre più la sua vocazione culturale e turistica.

Proprio accanto alla chiesa è stato ricostruito quello che una volta era l'Hotel Stadt Berlin, oggi diventato il QF Hotel Dresden. 68 stanze, tutte molto spaziose (le De Luxe oltre i 40 metri quadrati) proprio nel centro storico cittadino pedonalizzato (per cui occorre organizzarsi in anticipo per l'arrivo in hotel). L'unica pecca, per un 5 stelle, è la mancanza di un ristorante all'interno, anche se poi, vista la posizione forse non si tratta di un vero problema.

Foto | Stuck in Customs.

  • shares
  • Mail