Gli edifici più brutti del mondo: la nuova chiesa di Fuksas a Foligno


La verde Umbria continua purtroppo a dimostrare un rapporto difficile con il cemento e con l'edilizia: ecomostri, palazzoni, torri, condomini e improbabili centri direzionali sorgono come funghi, cancellando ogni giorno un pezzo di campagna o una zona agricola. L'ultimo omaggio al grigio cemento, alla voglia di costruire malata di gigantismo, lo ha firmato la celebre archistar Massimiliano Fuksas, "regalando" alla città di Foligno una chiesa - San Paolo - che, per il suo impatto visivo e il suo aspetto da astronave marziana, avrebbe goduto di migliore collocazione in un'area industriale, magari molto periferica.

Una nuova perla urbanistica, quasi una certificazione ufficiale del degrado a cui questa terra è giunta, vedrà ufficialmente la luce nel prossimo weekend, quando ci saranno due giorni di festeggiamenti per l'inaugurazione di questo nuovo edificio di culto che, senza dubbio, poteva avere una spetto meno impattante e poteva essere meglio inserito nel tessuto urbano, da cui ora si staglia come un meteorite appena precipitato.

Da questa gallery potete valutare voi stessi se l'edificio in questione merita fino in fondo l'ambito riconoscimento di Più brutto del mondo...

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 9171 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
20 commenti Aggiorna
Ordina: