Dove siamo nel mondo.it: rinnovato il sito del Ministero degli Esteri per chi viaggia in zone “calde”



Se amate i viaggi in paesi sperduti e poco frequentati dai turisti, se vi piace esplorare in libertà la giungla in Birmania, gli scavi archeologici sulle Ande o i siti archeologici più misteriosi del continente africano, allora il sito messo a punto dal Ministero degli Esteri e da pochi giorni rinnovato potrebbe esservi utile.

Si chiama Dove siamo nel mondo e consente agli italiani che si recano temporaneamente all’estero di segnalare i propri dati personali, per consentire all’Unità di Crisi, nell’eventualità che si verifichino situazioni di grave emergenza, di pianificare con maggiore rapidità e precisione interventi di soccorso. Proprio in queste circostanze è necessario infatti che turisti e viaggiatori possano essere rintracciati con la massima tempestività e, se necessario, essere soccorsi.

La registrazione al sito, che si affianca a Viaggiare sicuri, altro sito della Farnesina che fornisce informazioni in tempo reale sulla situazione nelle “aree calde” del pianeta, può essere effettuata on line, con una telefonata o un sms, prima della partenza per l’estero, indicando i luoghi, le date e le persone con cui si viaggia. Un servizio, attivo 24 ore su 24, farà arrivare sul telefonino, cellulare o satellitare, di ogni turista informazioni minuto per minuto; ad esempio blocchi degli aeroporti, tentativi di colpi di Stato, rischi ambientali, e come comportarsi se ci si trova in una di queste sistuazioni. Alla fine del viaggio, nella auspicatissima ipotesi in cui non sia stato necessario usufruire del servizio, i dati personali vengono automaticamente cancellati a garanzia della privacy.

A questo link trovate una lista di consigli pratici, preparata da Elena, per viaggiare sicuri nel mondo.

  • shares
  • +1
  • Mail