La "vecchia" New York: Ristoranti storici

La facciata del Carnegie Deli

New York: già il nome evoca novità, innovazione e continuo rinnovamento... e se invece si volesse scoprire qualcosa che è lì, a Manhattan e dintorni, da un secolo o due? Ecco alcune attività commerciali che "resistono" (o meglio, hanno successo) da generazioni, e che vale la pena di visitare! Iniziamo questa piccola serie di post con i ristoranti e similari.

Imperdibile è la Oak Room, ovvero la sala ristorante del famosissimo Plaza Hotel, all'angolo tra Central Park South e la Fifth Avenue (mappa) : qui, dal 1907, si può cenare in una atmosfera veramente unica, e i prezzi sono, oserei dire, sorprendentemente alla portata di tutti. Oppure si può optare per una cena al 21 Club, che tiene breccia dal 1929 a due passi da Broadway (mappa). Anche qui, come per la Oak Room, prezzi tutto sommato abbordabili (20 $ a piatto), ma dress code più severo: d'obbligo giacca e cravatta per gli uomini, bandite scarpe sportive e jeans per entrambi i sessi!

Prima di cena, potreste magari passare alla Russian Tea Room (mappa), dove, a dispetto del nome, potrete gustare molto più di un the, e, a dire il vero, anche gustare una cena vera e propria!.

Avete voglia di qualcosa di più sostanzioso? Potreste gustare una ottima bistecca da Peter Luger, a Brooklyn (mappa), che dal lontano 1887 colleziona premi come migliore "Steak House" di New York.

Se preferite mangiare pesce, provate Barney Greengrass (mappa), dove è d'obbligo provare il salmone affumicato. Non può mancare all'appello la cucina italiana, e allora ecco Lombardi's, il cui sito web (firstpizza.com) la dice lunga sul suo passato. Sul sito è chiaro come vadano orgogliosi, infatti, di essere, grazie all'apertura nel lontano 1905, la "prima pizzeria d'America".

Chiudiamo, ovviamente, con un dessert :), al Carnegie Delicatessen & Restaurant (mappa), vera e propria istituzione della città, dove non potrete non provare la cheesecake (torta al formaggio).

  • shares
  • +1
  • Mail