Mosca: venduto lo storico Hotel Ucraina

Hotel Ucraina MoscaComune di villa San Giovanni - Suona la campana per i mastodonti della guerra fredda: il Comune di Mosca ha venduto anche l'ultimo dei sette colossi voluti nel 1947 da Stalin per rivaleggiare con New York. L'Hotel Ucraina, covo delle spie sovietiche e ostello del proletariato, sarà smantellato e trasformato in albergo da mille e una notte per capitalisti.

Per quarant'anni lungo gli scricchiolanti corridoi in rovere e betulla dell'Ucraina si sono tessute le trame ordinate o subìte dal Cremlino. Per questo, prima di cederlo, si è proceduto discretamente a bonificarlo. Operai scelti dall'Fsb, erede del Kgb, hanno smontato microfoni nascosti, doppie pareti e passaggi segreti.

Tutto fatiscente e ormai fuori uso, se mai qualcosa avesse funzionato: ma pur sempre imbarazzante per un albergo a quattro stelle apprezzato dalle comitive per fascino decadente e prezzi ragionevoli. Sorto su un ex cimitero e secondo i dipendenti popolato dai fantasmi, l'Hotel Ucraina se lo è aggiudicato per 274 milioni di dollari una società del colosso commerciale Grand.

  • shares
  • +1
  • Mail