Amsterdam. Volge al termine l'epoca dei coffee shop?



Tira brutta aria per una delle "attrazioni" più famose/famigerate di Amsterdam, i coffee shop.

Sembra infatti che il comune della città abbia deciso di chiudere almeno un quinto dei locali, famosi in tutto il mondo per la tolleranza in essi esercitata nei confronti della vendita e consumo di marijuana. La decisione della capitale olandese è stata motivata adducendo l'eccessiva vicinanza degli shop alle scuole, e il conseguente rischio che studenti minorenni vengano in contatto con essi (ricordiamo che l'ingresso nei coffee shop è consentito solo a chi ha più di 18 anni).

La decisione non è così semplice, in realtà. Alcuni partiti vorrebbero la chiusura totale di questa tipologia di luoghi, che a loro avviso producono disordini e alimentano la criminalità organizzata (produttrice della marijuana, visto in Olanda non è comunque consentito coltivarla) mentre altri, forse più in linea con la tradizione liberale del paese, preferirebbero che fosse semplicemente consentita la coltivazione.

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: