La Regione Lazio delibera il tracciato laziale dell'Autostrada Tirrenica. A Rischio il futuro della Maremma?

Via Aurelia Sarò impopolare, ma è mia opinione personale che l'Autostrada Tirrenica, quella che dovrà collegare Livorno a Civitavecchia, è un'opera dannosa per il territorio dove verrà costruita, la Maremma, utile unicamente a chi dovrà costruire l'autostrada, e soprattutto a chi in futuro la gestirà; sicuramente non alla Maremma, che se è fino ad oggi è riuscita a mantenere territorio e tradizioni, nonostante la vicinanza a Roma e ai suoi palazzinari, è anche perchè era riuscita a resistere alle sirene della così-detta "modernità".

Lo racconto su questo post, perchè l'altro ieri la giunta della Regione Lazio guidata dal presidente Pietro Marrazzo (lo ricordate quando in televisione difendeva i diritti dei "deboli", mentre, sempre secondo me, in questo caso si è allineato agli interessi dei "forti") ha approvato una delibera con cui si disegna il tracciato laziale di questa futura autostrada, avvicinando quindi il tempo in cui questa opera sarà cantierata.

Sono incavolata, perchè uno dei più bei ed incontaminati paesaggi italiani, a seguito di questa ennesima "opera di interesse nazionale", subirà lo scempio che ha già subito la costa laziale nel tratto tra Roma e Civitavecchia, la cui urbanizzazione selvaggia ha reso tutta la costa, di fatto, hinterland di Roma. Incavolata e "coglionata", perchè l'Aurelia è quasi tutta raddoppiata, e sempre secondo me, sarebbe bastato raddoppiare i pochi chilometri che a tutt'oggi sono ancora a carreggiata unica di marcia. Se questo è l'ammodernamento di cui il nostro paese a bisogno, mi tengo la vecchia Italia tutta la vita. Foto|Commons.

  • shares
  • +1
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: