L'e-commerce trainato dai voli low cost

Chiocciola C'è crisi, ma questa crisi non è ancor arrivata nel settore del e-commerce - turistico, dove rispetto all'anno scorso si è registrata una crescita del 28%, questo almeno è quanto emerge dal rapporto “L’e-commerce B2B in Italia: una crescita che sfida la crisi”, realizzato da Netcomm, il consorzio del commercio elettronico italiano, e dalla School of management del Politecnico di Milano

In dettaglio, se prendiamo in considerazione il business generato sul web, il 56% del giro di affari riguarda il settore del turismo, per un valore di circa 3 miliardi e mezzo di euro. Se poi scendiamo nel dettaglio di questo 56%, si trova che ben il 90% di questo spicchio della torta è rappresentato dagli acquisti di biglietti low-cost. Nonostante questi incrementi l'Italia è ancora in ritardo rispetto alla media europea, visto che gli acquisti on-line da noi rappresentano solo l'1% del volume globale d'affari, contro una media europea del 6-7%.

Io personalmente faccio acquisti sul web, dai viaggi, al bollo auto, all'assicurazione, all'elettronica. E voi, fate acquisti in rete o ancora non vi fidate? News via Il Velino.

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: