Da Roma alla Mongolia in Clio: è la Mongol Rally di Lorenzo, Emanuele e Giuseppe

Il prossimo 13 luglio partiranno con una Clio Blu da Roma per Ulan Bator, in Mongolia, per partecipare alla Mongol Rally. Da Roma alla Mongolia, 13mila chilometri e 15 stati da attraversare. Conosciamo in una intervista esclusiva l'equipaggio.

mongol rally

La squadra si chiama "Rougher Dan Khan". E' composta da tre romani trentenni che partiranno il prossimo 13 luglio alla volta della Mongolia: Lorenzo Dutto, Emanuele Gigli e Giuseppe Orsini. Da Roma attraverso la Repubblica Ceca a Ulan Bator, in Mongolia, 13mila chilometri e 15 stati da attraversare.

Abbiamo già seguito qualche anno fa l'avventura di un team della Mongol Rally. E' una sfida molto affascinante. Con una missione di beneficenza (al Lotus Children Charitable Centre questa volta) ed un viaggio incredibile d'affrontare.

mongol rally 2013

Il Mongol Rally nacque nel 2001, nel 2004 prese piede e aumentarono gli equipaggi al via. Le auto più o meno da tutti i giorni. Non ci sono tappe fisse, ma solo la meta finale, Ulan Bator.

mongolia

Conosciamo da vicino i tre partecipanti romani di questa edizione 2013. Risponde per tutti Lorenzo Dutto, 33 anni, lo fa in "viaggio", all'aeroporto di Amsterdam tornando in Malesia dove lavora come elicotterista sulle piattaforme petrolifere.

mnongo rally

Ciao Lorenzo, puoi fare una breve presentazione Marzulliana dei 3 e del viaggio?


Tre ciclisti per vocazione che, incapaci di decidere cosa fare in estate, decidono di partire per un viaggio di 13.000 chilometri... in automobile.


Chi sono e come è nata l'avventura da fare insieme

Conosco Emanuele dai tempi di scuola, abbiamo diversi viaggi insieme all'attivo, sia in auto che in bici. Giuseppe è socio di Emanuele nella vita professionale e ottimo amico di entrambi, anch'egli un gran viaggiatore e con la passione per le biciclette in comune (vedi risposta sopra).

Cosa vi ha spinto?

L'idea di affrontare steppe, deserti e catene montuose a bordo di unveicolo totalmente inadeguato, tutto per beneficenza.

mongol rally

Qual é la macchina e perché?

E' una Renault Clio 1.2 di seconda mano del 2005, scelta perché... la più economica tra quelle individuate! Una delle poche regole del rally è appunto che la cilindrata del veicolo sia sotto i 1.2 di cilindrata e l'età non maggiore di 10 anni! Volevo una macchina ancora più piccola ma uno dei nostri è alto 2,05m e dentro una Fiat 600 non sarebbe stato molto comodo...



Quando si parte?


Partiremo da Roma il 13 luglio alla volta di Klenova in Repubblica Ceca. Lì si terrà la festa di inaugurazione del rally il 15, con relativa conferma dell'iscrizione degli equipaggi mentre il 16 mattina ci sarà la partenza in parata verso est!



Sicuri di voler tornare?


Ovvio! Per mare, per terra, per aria. In un modo o nell'altro faremo ritorno a casa!

Roma e i romani vi mancheranno?

Lo stato pietoso di alcune strade romane é forse di poco peggiore delle piste in Kazakistan dove le voragini sono talmente grandi da ingoiare un'intera automobile in un colpo solo. Son convinto che ci sentiremo a casa comunque.


Siete romani atipici (se siete tutti romani), lo sapete questo, il romano si sposta a fatica e per poco dalla città..

Io sono trentino trapiantato a Roma da 20 anni, Giuseppe è abruzzese ma anche lui ormai romano d'adozione. L'unico figlio della Lupa DOC è proprio Emanuele... che nella vita non è mai stato capace di fermarsi un minuto, altro che spostarsi a fatica!


Ci terrete aggiornati (finché potrete) con il web?


Certo. La nostra pagina Facebook ed il nostro blog verranno aggiornati quanto più spesso possibile. Stiamo pensando all'installazione di un tracker GPS per plottare la nostra posizione su mappe online.

Quali sono (se ci sono) i social network o la blogosfera che più frequentate ?

Usiamo Facebook e Wordpress come canali principali. Twitter a seguire e ultimo in ordine Youtube. Quest'ultimo però vedrà molto piùmateriale durante il rally piuttosto che adesso...


Conoscete già i posti che dovete attraversare?

Sulla carta sì, di persona nessuno di noi ha mai visitato l'Asia Centrale. Giuseppe però ha compiuto uno splendido viaggio sulla Transiberiana arrivando proprio a Ulan Bator.



Quali vi affascinano maggiormente?

Uzbekistan e Kyrgystan saranno luoghi da scoprire sotto ogni punto di vista... La Mongolia però, con il suo popolo nomade e questa
leggendaria figura di Genghis Khan sono però gli elementi che più ci
affascinano.

mongol rally


Molti di noi vi invidiano a morte per questa esperienza, ma a parte gli scherzi, quali saranno i problemi che temete maggiormente di affrontare?

Alcuni tratti di strada attraverseranno zone davvero remote, soprattutto in Kazakistan e in Mongolia. Con un minimo di buon senso e un pizzico di fortuna dovremmo cavarcela senza problemi. Altro ostacolo non indifferente potrebbe essere l'ambito burocratico: i continui aleatori posti di blocco della polizia, il controllo di visti, passaporti e veicolo alla frontiera ecc... Si tratta pur sempre di Paesi vissuti sotto il cappello dell'Unione Sovietica per tanto tempo, certe abitudini sembrano dure a morire!


Bè. Allora buona fortuna e buon viaggio!


Grazie! E Grazie a voi per lo spazio che ci regalate!

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 62 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO