La crisi si riflette nel settore turistico

crisi economica turismo 2008

Quali sono le conseguenze immediate del crollo dei mercati finanziari per il turismo? Le opinioni sono discordanti al riguardo. La crisi di questi mesi, la più profonda dal 1929, ha impatto anche sulle imprese legate al settore turistico, come la inglese XL Leisure. Si incontrano però pareri opposti in merito alla convenienza o meno di viaggiare nel prossimo futuro: ne dibattonodue importanti quotidiani inglesi.

C'è chi sostiene che assisteremo ad aumento dei prezzi. Un autorevole commento sul Telegraph lo evidenzia: con il fallimento di XL, importante tour operator, l'offerta di viaggi scontati si è ridotta del 7%. Ciò significa che i prezzi delle vacanze subirà, nel prossimo anno, un incremento stimato nell'ordine del 12%. Perché? Ovvio, le aziende sanno che venderanno meno e puntano a mantenere la marginalità alta.

Di parere opposto Simon Calder, commentatore finanziario intervistato dall'Independent sul tema. Il giornalista è convinto che questo è proprio il momento per viaggiare. Per sostenere la tesi fa il raffronto dei suoi viaggi effettuati nel 2001 (anno di crisi profonda) ed i suoi recentissimi spostamenti. A distanza di 7 anni i prezzi dei voli aerei non sono cambiati nonostante l'incremento del costo del petrolio!

Foto | Flickr

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail