Anche il Papa si batte per un turismo responsabile e sostenibile

Rifiuti in spiaggia Vivo sul litorale sud romano che, prima del sacco di Roma ad opera dei palazzinari, doveva essere uno splendore. Sia come sia (ormai è andata) noi locali temiamo i primi ponti primaverili, e soprattutto quello del 1° maggio, quando torme di romani calano sul litorale, pulito dalle mareggiate invernali (e da qualche anno anche dall'amministrazione comunale), e sporcano, insudiciano, insozzano, inquinano tutto quanto è possibile sporcare, insudiciare, insozzare, inquinare (e se sto generalizzando lo faccio coscientemente e con cognizione di causa).

Anche a questi sudici ed incivili si è rivolto nel suo discorso domenicale Papa Benedetto XVI quando ha ricordato, ancora una volta, che il turismo deve diventare responsabile, e quindi deve essere rispettoso dell'ambiente e delle culture locali; insomma anche il Papa si batte per un turismo responsabile e sostenibile. La spiaggia in fotografia, uguale a tutte le spiagge insudiciate del mondo, è quella di Antalia in Turchia.

News via Msnbc.
Foto|Tom Fry.

  • shares
  • +1
  • Mail