Couchsurfing, e dormi gratis sul divano altrui (in tutto il mondo)

Come risparmiare su un viaggio evitando di pagare l'alloggio? Oh bella! Mi direte: ci stai dicendo che esiste un modo per non pagare B&B, ostelli, alberghi et similia? Sì esiste e si chiama couchsurfing e più che un sistema di dormire a scrocco è una filosofia di viaggio.

Ricordo che quando frequentavo gli scout, qualche millennio fa, lo facevamo anche noi: andavamo in giro a chedere ospitalità per una notte come gli antichi pellegrini. Ma questa è un altra storia.

Il couch surfing nasce negli Usa dopo che Casey Fenton, il fondatore, avendo acquistato a buon prezzo un biglietto aereo per l'Islanda aveva il problema dell'alloggio.Insofferente all'idea di fare il "piccolo turista" in albergo, inviò 1500 mail a studenti islandesi chiedendo ospitalità e un divano su cui dormire. Così si organizzò un soggiorno pieno di nuovi amici da conoscere e di posti incredibili da visitare.

A quel punto la decisione di creare una comunità per lo scambio di divani. L'iscrizione al sito couchsurfing è ovviamente gratuita e nella massima libertà si può mettere a disposizione il proprio divano o cercarne uno disponibile nella massima sicurezza.

Via | Couchsurfing
Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: