Viaggiare negli Stati Uniti con passaporto e senza visto (ma con l'ESTA)

Viaggiare negli Stati Uniti, con il passaporto e senza visto si può, ma occorre avere una connessione internet, un carta di credito e ritornare in Italia entro 90 giorni. Ma anche così, non è detto che poi ci facciano entrare...

Logo Esta

Problema; i miei genitori vogliono organizzare un viaggio negli States, come muoversi? Semplice, mi chiamano, e mi chiedono di aiutarli con le procedure per l'acquisto dei biglietti on-line, procedure che, nel loro caso, comprendono anche la ricerca del miglior biglietto aereo, in relazione al prezzo e l'itinerario di volo.

Apro un inciso: stavano acquistando un a\r per New York, con volo di andata senza scalo, e volo di ritorno con scalo di 11 ore in Italia (per carità di Patria non dico con quale compagnia area....). Della serie, leggere sempre attentamente i dettagli del volo e, se è previsto uno scalo, controllare sempre la durata della sosta in aeroporto!

Comunque, anche senza saperne molto, tutte le compagnie aeree sulle quali abbiamo effettuato la ricerca di un volo per gli Stati Uniti, avvertono i viaggiatori dell'esistenza di una procedura particolare per i viaggi negli Stati Uniti per turismo. Ne parla anche il sito della Polizia di Stato (complimenti, sempre più completo) e il sito Viaggiare Sicuri del Ministero degli Esteri (controllare sempre prima di andare all'estero!).

Passaporti a parte (vedi il sito della nostra Polizia), per i viaggi negli Stati Uniti la regola è: occorre avere un visto (vedi i diversi tipi di visto), a meno che non si debba viaggiare (per turismo o per affari) per meno di 90 giorni, e si abbia una connessione internet e una carta di credito.

In questi casi, passaporto valido (vedi sito polizia) + viaggio per meno di 90 giorni, connessione internet e carta di credito, si può viaggiare senza visto, accedendo al Sistema elettronico per l'autorizzazione al viaggio, abbreviato in ESTA. Dobbiamo avere internet perché è disponibile on-line, dobbiamo avere la carta di credito, perché ora si pagano 14 dollari a domanda (circa 10,5 euro).

Il sito è disponibile anche in italiano, basta che dopo essere arrivati sulla home page, si clicchi su italiano in alto a sinistra. Procedura semplice, che inizia con due richieste obbligatorie (leggere, selezionare la risposta Si..., e premere il bottone successivo).

Poi arriva la pagina con tutta la serie di informazioni da dare, tra le quali quelle relative al passaporto, per cui, passaporto a porta di mano. La compilazione è semplice, e i campi obbligatori sono indicati con un asterisco rosso. Le informazioni di viaggio non sono obbligatorie, per cui si può anche decidere di fare la domanda prima di aver acquistato i biglietti.

Nel caso dei miei genitori, che non sono spie, non sono mai stati respinti, non sono mai andati in galera...etc, l'unico "inghippetto" è stato il secondo nome, che non andava inserito nel documento. Comunque, accanto a ogni campo è presente un punto interrogativo che, se cliccato, fornisce la spiegazione su come si debba compilare il campo. Facilissimo.

Compilati i dati, il sistema controlla che tutti i dati obbligatori siano stati inseriti, altrimenti non si va avanti, e quindi si arriva alla pagina dei pagamenti, dove occorre avere con se la carta di credito. Si compilano i dati richiesti e si effettua la domanda (e il pagamento). Il sistema ci pensa un po' (nel nostro caso una trentina di secondi...), e fornisce la risposta. A questo punto si possono verificare tre situazioni; autorizzazione accettata (Authorization Approved), autorizzazione rifiutata (Travel not Authorized), autorizzazione in lavorazione (Authorization Pending).

Ai miei è andata bene, perché dopo 30-40 secondi di attesa hanno avuto la richiesta approvata, che stampata, è andata a finire tra i documenti di viaggio. Negli altri due casi, occorre recarsi al consolato per ottenere il visto, in caso di autorizzazione negata, aspettare la risposta, nel caso di Authorization Pending, risposta che dovrebbe arrivare entro le 72 ore successive (3 giorni).

E ora la sorpresa. Una volta ottenuta l'autorizzazione è finita con la burocrazia, i soldi, e la paura di essere rispediti a casa senza passare per il via? No, purtroppo no. Perché per le leggi degli Stati Uniti abbiamo ottenuto solo l'autorizzazione a viaggiare verso gli U.S.A., senza visto; una volta sbarcati, dovremmo sempre passare i controlli all'ingresso, dove potrebbe sempre capitare, che il funzionario decida che non si abbaino i requisti per entrare negli States. Incrociamo le dita.

Per tutti gli altri dubbi, tanti dubbi, si può consultare questa pagina di domande e risposte in italiano. Leggi anche Passaporto scaduto? Quanto costa e cosa fare per rinnovarlo.

Sito del Sistema Elettronico per l'Autorizzazione al Viaggio negli Stati Uniti.

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: