D'estate al fresco alle isole Faroe



Le Faroe in effetti ufficialmente si chiamano Isole Fær Øer, ma siccome non voglio morire impiccata sulla tastiera, io, questa manciata di isole a metà strada tra la Scozia e l'Islanda le chiamo Faroe, con buona pace dei puristi.

L'arcipelago è anche conosciuto come le isole delle pecore, e formalmente fa parte del regno di Danimarca, anche se in effetti vanta un'ampia autonomia amministrativa che preclude ai faringi solo la politica estera e la difesa; sono tanto autonomi da avere anche una loro nazionale di calcio che ha fatto fare una brutta figura ai nostri azzurri durante le ultime qualificazioni per l'europeo. Le isole sono poi ben collegate tra loro, grazie ad un moderno sistema autostradale basato da ponti e tunnel. Le poche isole che restano fuori da questo circuito sono facilmente raggiungibili via mare.

Le Faroe sono servite da un aeroporto internazionale, sull'isola di Vagar, connesso con Reykjavík in Islanda e con diverse città scandinave, tra cui Copenhagen, Oslo e Stoccolma, oltre che con Aberdeen in Scozia. Se soffrite il caldo estivo, le Faroe con le medie estive che variano tra i 5 e 15 gradi, fanno al caso vostro.

Le fotografie sono di Erik Kristensen.
La mappa dell'arcipelago su Commons.

Bygd of Gjöud

Thorshavn

Thorshavn

Gjöud

Gjöud

Ringin og Kællingen

small harbour at Gjöud

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: