Le nuove meraviglie dell'Unesco: la riserva della Mariposa Monarca in Messico

Frafalle Mariposa
Non ho resistito a buttare giù questo piccolo post, collegato a quello di Sara sui nuovi siti patrimonio dell'umanità, perché le fotografie delle farfalle Danaus plexippus, che noi comuni mortali conosciamo come farfalla Monarca (mariposa sta per farfalla in spagnolo), sono veramente spettacolari e perché, aver incluso la riserva messicana della Mariposa Monarca, nello stato messicano del Michoacán, tra i siti protetti dall'UNESCO dell'umanità, mi rende più tollerante verso il genere homo sapiens.

Se pensate che esagero provate a parlarne con i nord americani, visto che se i messicani ne hanno protetto una delle più importanti aree riproduttive, gli statunitensi e i canadesi non sono da meno visto che (da wikipedia)

la Monarca è l’“insetto nazionale” degli stati dell’Alabama, Idaho, Illinois e Texas, e la “farfalla nazionale” del Minnesota, Vermont e West Virginia. Nel 1989 è stata nominata "insetto nazionale" degli Stati Uniti d’America e "insetto nazionale" del Canada.

Queste farfalle compiono delle traversate incredibili dal Canada e dagli Stati Uniti orientali fino a questi altopiani messicani dove si riproducono durante il periodo invernale. La concentrazione delle Mariposa in queste zone è incredibile se è vero che si stima che oltre 14 milioni di farfalle si ritrovino tutte in un ettaro e mezzo di superficie. Un set ideale per fare fotografie o filmati del genere National Geographic.

10 cent di cultura sulle farfalle Monarca grazie a Wikipedia.
Tutto ma proprio tutto sulle Monarca su Monarch Watch.
La migrazione su Surf-Mexico.
Fotografia di rainasun.

  • shares
  • Mail