Mangiare vegetariano a Brooklyn

Mangiare vegetariano a New York, ecco gli indirizzi doc se vi trovate a Brooklyn e la vista di un hamburger vi provoca uno svenimento.

Anche per chi non è vegetariano, trovandosi a New York, val bene la pena di assaggiare un piatto vegetariano; intanto si può considerare un pit-stop tra i pasticci usuali di quando si viaggia e comunque da queste parti -e soprattutto a Brooklin- la tradizione vegetariana è solida e all'avanguardia. Va bene anche per avere un'idea delle tradizioni gastronomiche del quartiere e della città in generale.

In sostanza, al ritorno a casa potrete tirarvela con gli amici discettando di erbette e germogli, sui loro accostamenti più rock e sulle salse più cool del momento. Vediamo allora quali sono i ristoranti da non perdere per fare un efficace esperienza di aggiornamento.

Il primo posto in cui recarsi è Imhoteps, il primo ristorante vegetariano di Brooklyn, che da vent'anni propone piatti a base di tutti i tipi di tofu, compresi i breakfast dalle 8 alle 11 a base di porridge e tofu strapazzato da abbinare alla vostra scelta del juice bar.

Dun Weel Doughnuts al 222 di Montrose Avenue è la tappa obbligata per gli amanti delle ciambelle alla Simpsons, solo che qui sono rigorosamente vegetariane e prodotte con ingredienti biologici; 200 varianti a scelta, da gustare sui doughnuts sfornati freschi due volte al giorno, un must (nella foto). Wild Ginger è un'eatery asiatica non convenzionale, nel senso che qui la precedenza ce l'hanno le verdure, il seitan, le alghe e il tofu; tutto leggero, ma poi buttatevi sulla Peanut Butter Bomb per finire in dolcezza. Infine fate una puntatina al Maimonide al 525 di Atlantic Avenue, qui più american style con veggie burgers, yucca fritta e involtini di patate.

  • shares
  • +1
  • Mail