Austria, tour del Tirolo e del Salisburghese – quarta tappa: Kufstein e il castello di Hellbrunn



Oggi lasciamo la nostra pensioncina panoramica a Innsbruck e ci mettiamo in viaggio: destinazione Salisburgo (circa 2 ore di autostrada che costeggia stupende montagne e verdissime pinete). Lungo il percorso abbiamo previsto due soste: Kufstein e il castello di Hellbrunn.

Kufstein si trova a circa un'ora da Innsbruck ed è una cittadina costruita lungo il corso di un piccolo fiume, dominata da un imponente castello e circondata da un paesaggio meraviglioso, costellato di laghi e catene montuose. La visita del suo centro storico, vivace e animato, è resa ancora più piacevole dal suono dell'organo degli eroi, uno strumento musicale enorme costruito nel 1931 per ricordare i caduti di tutte le guerre: le sue canne sono collocate in alto, all'interno del castello e trasformano l'intera valle in una cassa di risonanza.

Ma la vera chicca della giornata è il castello di Hellbrunn: pare che il principe arcivescovo Marcus Sitticus fosse un burlone e che sia per questo che ha fatto realizzare nei giardini del castello giochi d'acqua con i quali si dilettava a fare scherzi ai suoi ospiti. Oggi l'arcivescovo non c'è più ma a portare avanti la tradizione ci pensano le guide turistiche! Eh sì, perché il giro nei giardini del castello può essere fatto solo accompagnati dal personale che per tutto il percorso si diverte a bagnare gli ignari visitatori scatenando l'ilarità di chi riesce a scampare una doccia inattesa! Non vi svelo dove sono nascosti gli spruzzi, però, perché rappresentano la parte più curiosa e divertente (soprattutto se fa molto caldo) della visita.

Il castello è aperto da aprile a ottobre e il biglietto d'ingresso viene 7 euro e cinquanta (con la Salisburgo card è gratuito): in luglio e agosto si possono andare a vedere i giochi d'acqua anche la sera. Il parco che circonda il castello può essere visitato gratuitamente e ospita anche il Tiergarten Hellbrunn, che invece è a pagamento (otto euro), uno zoo dove sono stati eliminati recinti e gabbie (ove possibile naturalmente, lasciare scorrazzare liberamente il puma non è consigliabile…), ma è tardi e quindi proseguiamo per Salisburgo.

In serata arriviamo all'hotel Blobergerhof (120 euro a notte per la suite con spumante e frutta fresca in camera e Salisburgo card per 24 ore); si trova fuori dal centro in una zona tranquilla ma fortunatamente ben servita dagli autobus. Con il numero 21 si raggiunge il centro storico, che è quasi completamente pedonale, in una decina di minuti. Vi consiglio di alloggiare in centro ma se, come noi, volete risparmiare un po', usate i mezzi pubblici per raggiungerlo perché è un labirinto malefico di divieti, sensi unici e strisce blu!

Le foto della quarta tappa...

Il castello di KufsteinIl parco del castello di HellbrunnHellbrunn
KufsteinKufstein1Hellbrunn1Hellbrunn2
Hellbrunn3Hellbrunn4Hellbrunn5

  • shares
  • +1
  • Mail