Santarcangelo di Romagna, un suggestivo borgo a pochi passi da Rimini

A pochi chilometri di distanza da Rimini si trova il caratteristico borgo medioevale di Santarcangelo.

Rimini riserva diverse sorprese. Non parlo solo del suo centro storico, che come vi ho già detto è così diverso dalla costa dei lidi balneari, ma anche nei suoi dintorni. A pochi chilometri di distanza, ad esempio, troviamo il borgo medioevale di Santarcangelo.

Lo chiamiamo borgo, ma in verità non è così piccino: conta circa 21 mila abitanti, ma la sua posizione e la storia che ha conservato ne fanno uno dei boghi più belli e delle città Slow d'Italia. Paese natale di Papa Clemente XIV e di Tonino Guerra, è anche detto il paese delle cantine per la quantità di grotte sotterranee scavate sotto le case e tutt'ora accessibili. Conserva in buone condizioni la Rocca Malatestiana e il grande campanile, ma ci sono due cose che mi sento di consigliarvi di non perdere: una visita al vecchio Mangano ed una mangiata a La Sangiovesa.

Nell'antico borgo, infatti, è ancora presente un antichissimo Mangano proprietà della Stamperia Marchi, una delle botteghe più antiche di Romagna. Il Mangano è l'attrezzo che veniva usato per la stiratura degli antici tessuti di cotone, la sua caratteristica è l'azione a forza umana, che vuol dire che funziona solamente quando due persone camminano dentro la grandissima ruota di legno. Mentre le persone camminano nella ruota, viene azionata una pietra a sua volta legata ad due rulli di legno: la stoffa è avvolta sul legno e viene così stirata. Dopo questo processo viene decorata a mano con impasti di colore, fatta asciugare e quindi fissata nell'acido. Il Mangano di Santarcangelo è unico nel mondo ed è un patrimonio internazionale che potete vedere solo in questoa cittadina romagnola.

A pochi passi dalla bottega Stamperia Marchi, c'è la Sangiovesa, una bellissima osteria completamente in pietra che vi lascerà senza parole. Al suo interno tante salette, ognuna dedicata a dei temi legati a Santarcangelo (dal primo teatro all'artista Tonino Guerra, dalla storia delle cantine alle fiere degli animali), dove potrete mangiare le specialità del luogo ma soprattutto gustare le piadine fatte a mano (e in quantità limitata) dalle donne. Un luogo magico, sospeso tra passato e presente dove assolutamente fare tappa per mangiare qualcosa se siete nella zona.

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: