Lounge a Parigi? Una moda che sopravvive grazie ai turisti


Ebbene sì, rientrare da una vacanza a Parigi con un cd di musica lounge, magari merchandising di uno di questi lounge bar è ancora di moda tra i turisti che visitano la Ville Lumière. Ed i luoghi dove immergersi nell'esperienza non mancano sicuramente.

Primo tra tutti lo storico Buddha Bar, che negli anni si è ingrandito ed ora, per esempio, aprirà anche un karma kafé a Dubai. Non da meno è il Café Costes, ubicato nell'omonimo hotel e disegnato da Philippe Stark, offre esperienza lounge ed una conosciuta serie di musica lounge a marchio proprio.

Ma la vera notizia per gli appassionati del genere è che nello spazio del ristorante Georges, al sesto piano del centro Pompidou, c'è un nuovo spazio lounge ... un bar a vodka dove insieme alla più ampia varietà di vodka da provare, un dj si occupa della colonna sonora, ovviamente tutta lounge. Per chi invece ama mescolarsi con un pubblico più parigino, restano l'Alcazar e le Fumoir.

La foto è di David Joyner

  • shares
  • +1
  • Mail