Dollaro debole, sconti per i turisti americani

Mentre orde di Europei attraversano l'Atlantico attratti dal dollaro debole e dai conseguenti prezzi vantaggiosi per gli oggetti tecnologici, sono molti gli Stati europei che soffrono per il ridotto afflusso di turisti americani. Il tour operator statunitense Travelocity stima che quest'anno il turismo sarà ridotto del 15% in Francia, Spagna e Italia. Per questo motivo già alcuni gestori di bar e ristoranti stanno correndo ai ripari: ad esempio, l'Harry's Bar a Venezia, luogo di ristoro prediletto dei turisti stranieri, offre uno sconto del 20% agli americani vittime del dollaro debole. "Li riconosceremo dall'accento, e faremo loro lo sconto" dichiara Arrigo Cipriani.

In compenso, sono in rapida crescita le destinazioni europee che non hanno ancora adottato l'euro: il turismo nei Paesi dell'Est Europa, sempre secondo Travelocity, è in rialzo del 16%.

Fonte: Reuters

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: